LA CREAZIONE DELLA "PICCOLA GIACCA NERA" DI CHANEL

by Tamu McPherson

Ehi Pretty Birds,

il primo giorno della Milano Fashion Week, siamo stati invitati da Chanel a scoprire tutti i dettagli della creazione della loro leggendaria giacca. Con una presentazione privata tenutasi in un lussuoso mini-salone nella boutique Chanel di via Sant’Andrea, un allestimento fatto di giacche Chanel vintage (con l’aggiunta degli ultimi modelli dalla sfilata AI14) e un video sulla creazione della “piccola giacca nera” (creata da Karl Lagerfeld com omaggio da Mademoiselle Chanel), ecco cos’abbiamo imparato su “La Veste Chanel”…

1. In principio era il tailleur. Il tailleur Chanel, casual ma elegante, fu introdotto da Chanel per allontanarsi dallo stile anni ’50, che Coco considerava troppo restrittivo e poco adatto ai tempi. Mademoiselle Chanel voleva un completo per donne libere e attive, da indossare per il giorno e per la sera – “Sono una grande ammiratrice del genere femminile. Volevo dare alle donne vestiti in cui si sentissero comode, che potessero usare per guidare ma che, al tempo stesso, esaltassero la loro femminilità”, ha detto.

2. La creazione del tailleur portò con sé la nascita della giacca Chanel, che aveva uno stile tutto suo: squadrata, strutturata e con una chiusura orlo a orlo. Ancora oggi è il simbolo di un tipo particolare di classe e femminilità, e di un’eleganza moderna e minimal.

3. Mademoiselle Chanel scoprì il tessuto tweed in Scozia, dove era stata con il Duca di Westminster (uno dei suoi ultimi amanti). Si innamorò talmente del tessuto che lo riportò con sé in Francia e lo rese il materiale distintivo delle sue famose giacche.

4. Nell’interno di tutte le giacche Chanel è cucita una sottile catenella, per assicurare una vestibilità e un drappeggio perfetti. È la stessa catenella delle borsette 2.55. Un dettaglio nascosto ma molto chic.

5. La giacca Chanel è una vera creazione couture – è composta di 16 sezioni di tessuto: 8 per il fronte e 8 per il retro. Anche la fodera interna è strutturata allo stesso modo. Mademoiselle Chanel aveva un’ossessione per i dettagli, per questo l’interno della giacca doveva essere bello quanto l’esterno.

6. Moltissime delle giacche Chanel hanno quattro tasche, un fatto ispirato alle esigenze pratiche della stessa Mademoiselle Chanel, che aveva bisogno di tasche per contenere il rossetto, le forbici, le sigarette…

7. La silhouette delle giacche Chanel, è ispirata alle giacche militari, così come i bottoni, unici, con diverse forme e decorazioni (è dai bottoni che si capisce a quale anno e collezione appartiene la giacca).

8. Tutte le giacche di Chanel hanno finiture fatte a mano. Negli anni, e con le nuove collezioni, Karl Lagerfeld ha giocato con piume, cerniere ed effetti tridimensionali bouclé per modernizzare la classica giacca. Karl ha creato la Little Black Jacket in omaggio a Gabrielle Chanel (vedi video) e, a seguire, il progetto “The Little Black Jacket” – un libro e una mostra con foto di icone contemporanee che indossano la giacca (nel video, scoprite che cosa significa per loro la “piccola giacca nera”).

9. Nelle parole di Karl Lagerfeld: “Ci sono cose che non passano mai di moda: una camicia bianca, un paio di jeans e una giacca di  Chanel…”. Non potremmo essere più d’accordo.

chanel-horizontal2

1937 – Gabrielle Chanel davanti ai paraventi Coromandel – 31 rue Cambon, Paris

© Lipnitzki / Roger-Viollet

di Margherita Calabi.

You may also like